Chiesa della Carità

La chiesa, costruita nel 1697, rappresenta uno degli episodi più significativi del Barocco a Capua. Accanto alla chiesa troviamo il Monte di Pietà, fondato nel 1540, ed il Conservatorio delle Oblate. L’edificio presenta una facciata mistilinea con portale centrale riquadrato da lesene a doppio risalto, con capitelli compositi fortemente ruotati verso l’esterno. Ai lati del portale vi sono due profonde nicchie, vivacemente ornate di stucchi, con basi concavo-convesse. La facciata è delimitata, verso l’alto, da un cornicione con analogo profilo mistilineo. L’interno della chiesa è a pianta centrale con unica aula ellittica, dove sono ancora conservati i tre altari originari in marmi policromi di fattura barocca campana, con alte predelle e tabernacolo, i quali incorniciavano tre dipinti, oggi assenti. Al di sopra dei passaggi laterali si affacciano le balconate lignee, dinamicamente intagliate, di due cantorie. Il pavimento conserva tracce della decorazione a maioliche. Elemento di particolare interesse è l’ampio tiburio che racchiude completamente la cupola; nello spazio tra il tiburio e la cupola l’ignoto architetto ha realizzato un belvedere, con ampi oculi aperti sul panorama urbano di Capua e che consentono di dominare anche il paesaggio circostante la città.

Bibliografia: Capua Architettura e ArteCatalogo delle opere vol. I – II, Pane G. – Filangieri A., 1990.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close