I Castelli

Il Castello delle Pietre

Il Castello delle Pietre (o Castrum Lapidum) fu costruito dall’architetto Paldo nel 1058 per ordine del conte normanno di Aversa Riccardo Quarrel, il quale, quando conquistò la città (1062), decise di edificare una struttura fortificata a presidio del lato meridionale della città. Il primo dei due castelli di Capua fu quindi elevato a simbolo della contrapposizione dei principi normanni al precedente dominio longobardo. L’imponente facciata esterna, come del resto tutta la costruzione, è costituita da grandi blocchi calcarei di travertino, provenienti dall’Anfiteatro campano. Questo marmo di eccellente qualità e con peculiari caratteristiche tecniche era utilizzato già dagli Etruschi. Da esso il Castello prende il nome “delle Pietre”.

Castello di Carlo V

Sulle sponde del Volturno sorge il Castello di Carlo V, oggi occupato dal Pirotecnico dell’Esercito, costruito tra il 1522 e il 1543 dall’architetto campano Ambrogio Attendolo. L’Imperatore del Sacro Romano Impero Carlo V, venuto a Capua nel 1536, lo volle per difendere la strategica via Appia e le due porte d’ingresso della città, Porta Napoli e Porta Roma, tenute sotto controllo grazie ai cannoni puntati sugli spalti della cinta muraria. Nell’Ottocento la funzione della struttura fu convertita, per volere della casa borbonica, in prigione per i rivoluzionari protagonisti dei moti del 1848.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close